Il senso di un impegno

UN CAMMINO FATTO INSIEME

In questi anni abbiamo fatto tanta strada insieme. Piccoli e grandi passi lungo un cammino segnato dalla passione e dalla voglia di costruire un quartiere, una città, un Paese più giusto.

È difficile sintetizzare anni di politica e di buone pratiche. Noi ci abbiamo provato lo stesso, ma chiediamo anche di suggerirci cosa ci siamo dimenticati. In queste pagine troverete idee che parlano di futuro, di pensieri lunghi che hanno illuminato una strada fatta insieme a tutti voi, di intuizioni e scommesse vinte, di qualche sconfitta. In queste pagine, però, troverete soprattutto l’amore e la passione che mi hanno sostenuto sin qui e che continuano a supportarmi nella mia azione politica come una sorta di autoalimentazione che genera ancora amore e ancora passioni, come in un contagio benefico.

 

  • LA DELIBERA CHE  SALVA LA VITA

Roma è la prima città in Italia ad apporre sulla Carta d’Identità la dicitura “Donatore di organi e di tessuti”. Una vera rivoluzione che colma una carenza legislativa. La svolta sta nel fatto che tutti i cittadini, all’atto del rinnovo del loro documento, vengono informati della possibilità di donare i propri organi, disponendo personalmente del proprio corpo. Tutto questo grazie alla proposta di delibera N. 19 dell’8 novembre 2010, presentata da Paolo, allora all’opposizione in Consiglio Comunale, e approvata all’unanimità con l’astensione del rappresentante di Casa Pound. La delibera viene, purtroppo, approvata molti anni dopo, grazie all’interesse del sindaco Ignazio Marino e della sua Giunta.

Il contenuto della delibera, inviata e condivisa con l’ANCI, ha suscitato molto interesse in tutta Italia, tanto da essere stato oggetto di delibere anche da molti altri Comuni del nostro Paes

 

 

  • NUOVO REGOLAMENTO SCAVI

Una grande rivoluzione viene apportata anche nel settore dei Lavori Pubblici: nel 2014 viene votato e approvato il Nuovo Regolamento Scavi che prevede nuove regole per le aziende dei pubblici servizi che eseguono lavori sulle strade di Roma. Niente più interventi spot, niente più transenne abbandonate e avanzi di lavorazione: questo è il Nuovo Regolamento degli Scavi che si applica a tutte le aziende dei servizi (telefonia, Internet, elettricità, gas, acqua ecc) che effettuano scavi sul territorio comunale. Stop, quindi, alle urgenze ingiustificate: il Regolamento introduce il divieto di effettuare lavori non programmati, con l’obbligo per le aziende di presentare piani annuali e triennali degli scavi. Lavori a regola d’arte: i controlli, affidati a università e centri di ricerca, saranno resi più efficaci da un dettagliato disciplinare tecnico e dall’obbligo per le imprese di presentare fotografie prima e dopo i lavori. Maggiore certezza di applicazione delle penali: queste saranno inserite in specifici contratti stipulati tra l’azienda e Roma Capitale.

Novità anche per la fase di ripristino dopo i lavori: si tratta di un vero e proprio cambiamento culturale per cambiare approccio, per dire basta alle strade Frankenstein e responsabilizzare le aziende dei pubblici servizi.

 

  • FORMARSINSIEME

FormarsInsieme è il progetto che aiuta a demolire gli scalini sociali a partire dalla formazione. Un concetto legato alla grande passione di Paolo Masini per gli insegnamenti di Don Lorenzo Milani e Luigi Petroselli.

FormarsInsieme è un progetto nato grazie alla collaborazione dell'Università di Roma Tre che consente ai ragazzi con carenze scolastiche e problemi economici di usufruire gratuitamente di ore di ripetizione svolte dagli studenti universitari in cambio di crediti formativi. L'idea della città comunità, da sempre alla base delle scelte di Paolo, che si fa “carne”.

 

 

  • MAMMAROMA E I SUOI FIGLI MIGLIORI

È il premio nato nel 2017 che vuole premiare la parte migliore della città. Vuole premiare tutte quelle persone che, anziché maledire il buio, accendono una candela. Associazioni, comitati, singoli cittadini, scuole, imprese sane sono il bacino a cui guarda questa iniziativa, realtà che ogni giorno operano sul territorio a favore dei beni comuni della città, dell’integrazione, della solidarietà, della formazione e dell’innovazione.

Il 21 Aprile, quindi, Roma “riconosce” i suoi figli migliori, premiandoli in maniera etica.

Tutte le info su www.romabpa.it

 

 

  • LE CASETTE DELL’ACQUA

Più fresca della normale acqua di Roma (9 gradi contro 11-12), naturale oppure frizzante, gratuita. La erogano le Case dell’Acqua, nuovo e rivoluzionario tipo di fontanelle, pensato da Paolo Masini Assessore ai Lavori Pubblici, con cui la città di Roma tiene fede alla sua millenaria tradizione di “città delle acque”, aggiornandola ai bisogni e agli stili di vita del terzo millennio.

La fontana tecnologica riceve l’acqua degli acquedotti romani, già ottima di pe sé, la microfiltra e la igienizza con un sistema a raggi ultravioletti, la refrigera e la offre “alla spina” agli assetati; in due varianti (naturale e frizzante) e in due dosi (bicchiere e litro).

Il tecno–nasone, però, non si limita a fare il suo mestiere di fontanella: ha porte Usb per ricaricare telefonino e tablet e uno schermo hd sul quale vedere il meteo, leggere notizie sul Campidoglio e sul quartiere, informarsi su lavori e novità Acea. Lo scopo è quello di fornire un’acqua pura dal punto di vista microbiologico, depurata da eventuali sostanze inquinanti, ma con un ridotto consumo di plastica e con un risparmio per le famiglie, abituate ad acquistare acqua in bottiglia. Il piano prevedeva in tre anni l’installazione di oltre 100 Case dell’Acqua per fornire una quantità d’acqua pari a 60 mila metri cubi all’anno, con un risparmio di 1.800 tonnellate di plastica e di 5 mila tonnellate di CO2, necessarie per la produzione, il trasporto e lo smaltimento delle bottiglie. Si è iniziato nelle periferie e nei Mercati.

 

 

  • SANGUE DEL TUO SANGUE

L’attentato alla rivista francese Charlie Hebdo e l’immagine del corpo senza vita di un poliziotto musulmano, ucciso dai terroristi dell’ISIS, fanno in pochi minuti il giro del mondo. In piazza del Campidoglio i rappresentanti delle varie confessioni religiose monoteiste e politeiste vengono invitati a donare il sangue. L’idea di Sangue del tuo sangue è quella di affermare con atti e con fatti che esiste solo una razza quella umana. Accettano l’invito Yahya Pallavicini, vice Presidente della Co.re.is, Abdellah Redouane, Segretario Generale del Centro Islamico Culturale d’Italia che ospita la Moschea, Rav Riccardo Di Segni, Rabbino capo della Comunità Ebraica di Roma, Riccardo Pacifici presidente della Comunità Ebraica di Roma, Matteo Zuppi Vescovo di Roma.

VIDEO

 

  • FESTA DELLA MUSICA

La Festa della Musica, che la tradizione francese fa coincidere con il solstizio d’estate, arriva in Italia. Così dal 1995, il 21 giugno, anche nel nostro Paese la Musica diviene protagonista, ma solo nel 2016 questa Festa assume un carattere istituzionale. Paolo Masini è il direttore artistico e il coordinatore della Festa. In poco tempo e con risorse esigue diventa un successo di iniziative e di presenze.

L’edizione 2017 segna la svolta: oltre 9mila eventi nelle piazze, nelle strade, nei parchi, nei musei, nei luoghi di culto, nelle carceri, nelle ambasciate, negli ospedali. Vengono invasi dalla musica i centri di cultura italiana all’estero, stazioni ferroviarie, aeroporti e metropolitane di 511 città e borghi italiani e 41 sedi diplomatiche all’estero. Non solo. Nel 2017 sono stati protagonisti anche i Comuni colpiti dal sisma che ha distrutto il Centro Italia. Tramite uno sponsor sono stati sostituiti tutti gli strumenti delle bande musicali andati distrutti. Così a Norcia, proprio sul corso riaperto per l’occasione, la Banda di San Benedetto è tornata a suonare, come ad Accumoli, Amatrice, Cascia e Camerino.

www.festadellamusica.beniculturali.it

 

 

  • CALCIOSOCIALE

Corviale, periferia estrema di Roma: disagio sociale e povertà convivono da anni, senza speranza, ed è qui che arriva il calcio sociale. Una disciplina sportiva dallo straordinario impatto sociale, basata su regole volutamente reinterpretate e fuori dalla logica comune. L’obiettivo è creare un modello di società più giusto e coeso, trasformando i campi di calcio in palestre di vita dove l’integrazione avviene quando le persone disagiate entrano a diretto contatto con persone normodotate. Una vera e propria scommessa, vinta grazie anche all’impegno di tanti. Il Campo dei Miracoli–Valentina Venanzi (intitolato alla ragazza morta a Roma travolta da un autobus di linea), diventa quindi la prima sede di Calciosociale in Italia, che il suo Presidente, Massimo Vallati, segue da sempre con anima e cuore.

Il Campo dei Miracoli  si distingue per essere un centro polifunzionale innovativo, ricostruito secondo le migliori soluzioni di Bioarchitettura ed è riconosciuto, grazie alla collaborazione con istituzioni e Vodafone Italia, come il primo esperimento di Architettura Sociale in una periferia romana. Legno, argilla, canapa, canniccio, pannelli solari, geotermia: nel Campo dei Miracoli non c’è cemento e non c’è plastica; tutto è realizzato con materiale biodegradabile, secondo le caratteristiche architettoniche più all’avanguardia, tanto da aver ricevuto il Premio per lo sviluppo ecosostenibile nella fiera internazionale Ecomondo.

In occasione del semestre italiano di Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea, il Calciosociale è stato presentato ai Ministri dello Sport d’Europa come Best Practice.

 

 

  • PREMIO PIO LA TORRE

Il modo migliore per mantenere viva la memoria di Pio La Torre, politico e sindacalista siciliano ucciso dalla Mafia nel 1982, è “tradurre” quei valori che lo hanno visto protagonista e “riconoscerli” in altri italiani. Nasce così il Premio Pio La Torre rivolto ad amministratori locali, dipendenti pubblici e semplici cittadini che si sono distinti nel combattere ogni forma di malaffare. Un modo per tramandare alle nuove generazioni la storia e l'impegno di un uomo che si è battuto per la lotta alle mafie fino a perdere la vita insieme al suo collaboratore Rosario Di Salvo. Una storia che, dalle battaglie con i contadini nelle campagne palermitane alla redazione di leggi efficaci per il contrasto alle mafie sino all'impegno per la pace, rappresenta un punto di svolta importante nella battaglia contro il potere mafioso. Un esempio altissimo di impegno politico a servizio della collettività, sempre al fianco dei più deboli.

 

  • BIENNALE DEI LICEI ARTISTICI: UNA INTUIZIONE CHE HA FATTO STRADA

Esporre in un vera e propria Biennale i lavori e le opere d’arte dei ragazzi che frequentano tutti i Licei Artistici italiani: nasce così “La Biennale dei Licei Artistici”, una intuizione che ha messo per la prima volta insieme i lavori della meglio gioventù nel campo dell’arte. Le creazioni, le opere migliori degli allievi dei Licei Artistici di tutta Italia sono stati esposti in una mostra a Palazzo Venezia e, a seguito di un accordo Mibact–Miur, sono ospitati, proseguendo il loro viaggio, all’interno del Miur di Viale Trastevere, grazie ad una scelta del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli.

www.edscuola.eu

 

 

  • RADIO IMPEGNO

Radio Impegno nasce per dare una risposta civica al vile attentato al Calciosociale con l’incendio della “Casetta della spiritualità”. Un presidio fatto non di telecamere e dobermann, ma di un sistema di sorveglianza unico e fatto dalla parte migliore di Roma. Trecentosessantacinque giorni di dirette notturne per mettere in rete la parte migliore di Roma e non lasciare in mano alla criminalità il quadrante di Corviale e la magnifica esperienza del Calciosociale. Da allora Radio Impegno, la radio che non dorme mai, ha ospitato centinaia di persone che tutti i giorni fanno bene a Roma.

 

 

  • PREMIO PASOLINI

“Solo nella tradizione è il mio amore”, amava ripetere Pier Paolo Pasolini. Ispirandosi alle battaglie e agli spunti del poeta, scrittore, regista, sceneggiatore, drammaturgo e giornalista italiano, considerato tra i maggiori artisti e intellettuali del XX secolo, il Premio rappresenta un riconoscimento a personaggi e progetti di varie realtà culturali, artistiche e sociali. Impegno sociale, scuola e formazione, poesia, letteratura, cinema, teatro, radio, legalità, sport, diritti e altre ancora sono le aree tematiche dei premi, legati a doppio filo al pensiero e all’agire di Pier Paolo Pasolini. I riconoscimenti sono valutati e conferiti dal Comitato Scientifico, composto da alcuni dei massimi esperti di Pasolini. Il premio ha due caratteristiche fondamentali: viene consegnato il 5 marzo giorno della nascita di Pasolini e non della morte, perché il messaggio dell’intellettuale è sempre stato un messaggio di vita; la seconda caratteristica è che le persone già riconosciute per la propria attività sociale premiano quei giovani che, spesso a mani nude, cercano di raddrizzare le storture della società come cercava di fare Pasolini.

Numerosi le persone passate per il Premio: Vincenzo Cerami, Miriam Mafai, Laura Boldrini, Massimo Rendina, Walter Veltroni, Furio Colombo, Capitan Ultimo, Riccardo Iacona e molti altri ancora.

 

 

premiomonteverdepasolini.wordpress.com

 

 

  • POLVERINO DEI PNEUMATICI. UNA STRADA NUOVA DA PERCORRERE IN CITTÀ

Per la prima volta a Roma è stata realizzata una strada che ha unito al bitume il polverino proveniente da pneumatici esausti, grazie ad un’intuizione di Paolo Masini, negli anni in cui è stato Assessore ai Lavori Pubblici. Una innovazione dal punto di vista ambientale che consente di recuperare, in maniera intelligente, materiale pericoloso per il suo smaltimento, ma anche un segnale forte ed importante in tema di sostenibilità. Un progetto nato insieme ad Ecopneus, la società consortile per il rintracciamento, la raccolta, il trattamento e la destinazione finale dei Pneumatici Fuori Uso, creata dai principali produttori. La strada realizzata nel quartiere Prenestino, oltre ad avere maggiore durata nel tempo, assicura un drenaggio più consistente, una maggiore aderenza al suolo dei mezzi ed una grandissima fono assorbenza. Nei piani dell’Assessorato ai Lavori Pubblici guidato da Paolo, La strada verde, in seguito, doveva essere realizzata di fronte a tutti i luoghi sensibili, come scuole, ospedali e luoghi di culto.

 

  • RESTYLING PIAZZA TESTACCIO, TORNA LA FONTANA DELLE ANFORE

“Finalmente ci hanno restituito piazza Testaccio"!! esclamano raggianti gli abitanti del quartiere per il nuovo spazio liberato dai banchi del vecchio mercato e con la splendida Fontana delle Anfore tornata al suo posto. Opera dell'architetto Pietro Lombardi, vincitore di un concorso di progettazione nel 1926 per adornare la piazza dove sorgeva lo storico mercato del quartiere, l’opera fu poi spostata negli anni seguenti sul Lungotevere all'incrocio con via Marmorata. Frutto di un lungo percorso condiviso con i Comitati di quartiere dello storico Rione di Roma, questo nuovo assetto della piazza riporta tradizione e apporta innovazione. Intorno alla fontana un riquadro concentrico di sampietrini (recuperati dalle strade cittadine ora asfaltate) ne valorizza la centralità. Un filare di platani delimita il perimetro dell’agorà, ai quali sono stati aggiunti altri nove esemplari della stessa specie e quattro Giacaranda, le piante dai bellissimi fiori blu. Ai lati della piazza sono stati realizzati degli spazi per la socialità: panchine in Iroco e ferro, affiancate da aiuole ricoperte da griglie in ferro Corten, decorato con le impronte delle foglie di platano. Non mancano neppure i percorsi per i non vedenti. A questo fine – per la realizzazione della piazza – è stata utilizzata la tecnologia Pve: i sensori sotto la pavimentazione una volta mappati permettono di inviare informazioni agli utenti attraverso i bastoni elettronici.

 

  • LA PISTA DI PIETRO

Le nuove piste di atletica intorno alle scuole di Roma sono realizzate utilizzando vecchie scarpe da ginnastica. Le prime scarpe che hanno partecipato al progetto sono quelle di Pietro Mennea, che ne sono diventate il simbolo. Una sorta di lievito madre che invade le scuole di Roma e non solo. Così un semplice gesto, come quello di sostituire le proprie scarpe da runner, può trasformarsi in una opportunità e ridurre l’impatto ambientale, contribuendo alla realizzazione di nuove strutture dove praticare atletica. La gomma delle vecchie scarpe, infatti, viene triturata per essere riutilizzata nella realizzazione delle piste.

www.fondazionepietromennea.it

www.youtube.com

www.ilmessaggero.it

 

 

  • REGOLAMENTO BENI COMUNI

Un Patto di collaborazione tra cittadini e amministrazione, che parte dall’interesse del singolo cittadino, o di un gruppo, verso un bene (leggi il documento qui). L’utente parla con un funzionario capitolino e, se l’idea piace, l’Amministrazione la pubblicizza sul sito, così da coinvolgere anche altre persone; mette anche a disposizione materiali e servizi, mentre i cittadini offrono, gratuitamente, tempo e competenze.

 

 

  • REGOLAMENTO CENTRI SPORTIVI COMUNALI

Un documento che mancava da 13 anni in città e che, fin dal suo insediamento allo Sport, Paolo Masini ha fortemente voluto. Nuove regole per i 22 impianti capitolini, strutture con vecchi affidamenti in scadenza o revocati per comportamenti scorretti dei soggetti a cui erano stati affidati. Il nuovo regolamento ripristina legalità e trasparenza, adeguando Roma alla normativa del Codice Contratti, oltre che ristabilire la natura di servizio pubblico dell’impiantistica sportiva della Capitale. Tutti gli impianti devono essere affidati mediante procedura aperta con gara ad offerta migliorativa e cioè con un canone base. Leggi il documento qui.

 

 

  • REGOLAMENTO SCUOLE APERTE E CONDIVISE

Le scuole e le Università di Roma aprono le porte al Cinema con la Rassegna "Il Cinema va a Scuola", iniziativa nata all’interno del Progetto dell'Assessorato alla Scuola di Roma Capitale “Scuole aperte e condivise”. L’idea è quella di tenere aperte le scuole tutto il giorno tutti i giorni tutto l’anno. Grazie alla collaborazione dei dirigenti, delle comunità scolastiche e universitarie, scuole e università  sono trasformate, per tutta l’estate, in spazi tutti da vivere. Cortili e giardini scolastici, grazie a questo progetto, diventano l’occasione per incontrarsi fuori dall’orario e punti di riferimento per la vita serale, in centro come in periferia.

Facebook